Z-Giochi.com
Scopri il nostro Canale Youtube

Anteprima | Asura’s Wrath

Anteprima del 20/01/2012

Cover Asura's Wrath
PS3 - Xbox 360
Pegi 16
Genere:
Sviluppatore:
Produttore:
Distributore: Halifax
Lingua: Giapponese (sub ITA)
Giocatori: 1
Data di uscita: 24/02/2012
PS3X360
EUR 29,90EUR 19,99

Asura’s Wrath rappresenta una delle novità più attese per l’apertura in grande stile di questo 2012, un anno sin da subito oppresso dalla forte responsabilità di dovere tirare fuori dal proprio cilindro produzioni di calibro almeno pari a quelle dell’ultimo 2011.
Dopo uno step focalizzato sugli shooter e sui tentativi di rievocare vecchie formule atipiche (Child of Eden) o di generarne di nuove (L.A. Noire), i primi annunci di quest anno novello puntano evidentemente verso un più cospicuo ritorno del genere action puro e crudo (Metal Gear Solid Rising e Devil May Cry), e su qualche brand assolutamente inedito ricalcante però la falsariga dei campioni del genere (Dragon’s Dogma, Kingdom of Amalur), perseguitori anch’essi di un approccio meglio focalizzato sull’azione diretta.

All’interno di questo bel quadretto, Asura’s Wrath sembrerebbe per il momento occupare una posizione mediana. Infatti, seppur sia inequivocabile la sua natura da action-game, essa è al contempo mitigata da una formula di gameplay che risulta solo illusoriamente frenetica.
Cos è quindi a conti fatti Asura’sWrath? O meglio… Cosa si prospetta di essere?

Asura confluisce la rabbia… ora so ca*** amari per tutti!

SEMPRE COLPA DEGLI DEI…

Cominciamo col parlare della trama, un elemento che, seppur certo non riesce a spiccare in quanto ad originalità o coinvolgimento, ha comunque dalla sua l’arma dell’epicità, la quale spesso riesce ad essere manifesto di quelle produzioni basate su un background di tipo mitologico. Non a caso l’ambientazione è appunto quella della mitologia asiatica, tra le quali divinità vi è appunto Asura, il quale, tradito dai propri “colleghi”, capitanati da Deus, e privato dei poteri che lo caratterizzavano durante la pratica divina, viene desautorato dalla propria carica e scagliato in esilio sulla terra.
Consumato dalla rabbia per l’ingiuria subita, Asura troverà il modo di convogliare la propria ira all’interno del proprio corpo, così da poterla impiegare come una vera e propria arma devastante nel conflitto contro le altre entità divine.
Durante tutta l’avventura, Asura tenterà la riconquista del proprio orgoglio, nella speranza soprattutto di poter riabbracciare la figlia Mithra, rapitale da Deus per un movente al protagonista sconosciuto.
Mmm… un protagonista adirato, vittima degli Dei ed alla ricerca della proprio vendetta, con una moglie ed una figlia dalle quali, in un modo o nell’altro, è stato separato, una trama scritta con il sangue, a suon di stile e spettacolarità; non vi ricorda forse un certo Kratos? Beh! Si, le analogia ci sono, ma solo nei termini della storia raccontata; laddove invece ci trovassimo a parlare del gameplay puro e crudo, ci accorgeremmo di quanto i due titoli siano ben diversi.

una fase action classica, durante la quale potrete concatenare spari e corpo a corpo.

COME UN GRANDE QTE

Il gameplay di Asura’s Wrath si presenta con una formula di Hack’n Slash un pò particolare, basata principalmente sull’utilizzo dei Quick Time Event, altrimenti siglati come QTE. Questo genere di meccaniche, che hanno trovato largo successo tra le ultime produzioni, sia del genere che non, ma che in realtà hanno la propria radice in generazioni passate, rappresentano il vero cuore dell’azione di questo titolo.
Se in God of war sono stati una piacevolissima aggiunta in grado di donare carattere e efferatezza al già frenetico ed equilibrato combat system del “Dio della Guerra”, in Asura’s Wrath essi si presentano in ogni situazione, rendendoci spettatori attivi di un’avventura grafica animata, grazie anche all’aggiunta di una piccola chicca che risiede nel poter controllare liberamente l’angolo di visuale durante l’esecuzione dei QTE, ma limitando non poco quella parte dedicata a all’approccio action fatto di combo e concatenazioni tattiche di armi ed abilità. Solo uno è infatti il tasto impegnato negli attacchi corpo a corpo, a sottolineare in maniera ancora più marcata come il nostro compito sarà più che altro quello di mirare dei bersagli per sparare loro raffiche di pugni sonici, eseguendo di tanto in tanto alcune contromosse che ci riporteranno quasi sempre ad un Quick Time Event.
Un’esperienza frenetica quindi, ma solo in apparenza, in quanto davvero poco spazio verrà dedicato alla pianificazione in battaglia ed all’azione diretta, limitando la nostra abilità nel seguire alla perfazione le indicazioni su schermo.

ecco cosa intendo per… esagerato. E questo non è ancora nulla!

ESAGERATO E’ DIR POCO

Per quanto riguarda la grafica e lo stile del titolo in generale, Asura’s Wrath si fa forte di un accattivante modelling dei personaggi,  ricalcanti i tratti degli anime e manga giapponesi ma scolpiti sopra una base di più libera ispirazione da elementi più calssicamente appartenenti alla cultura asiatica. In più, l’intelligente trovata di mascherare i caricamenti tra i vari livelli di gioco tramite una schermata raffigurante, proprio come fosse una copertina del prossimo volume di un qualche fumetto, un’immagine anticipativa dei prossimi accadimenti, riesce a dare davvero al giocatore la sensazione di stare sfogliando un “manga del periodo premedievale”.
Così come l’estrema natura degli scontri, durante i quali spesso vedremo interi pianeti esplodere, avversari spropositatamente imponenti ed altre performancesassolutamente cieche delle leggi fisiche, contribuiscono a rendere questo gioco stilisticamente interessante. Tuttavia le stesse parole non possono essere utilizzate se ci addentriamo nell’aspetto più puramente tecnico, infatti il titolo presenta un framerate nella media (forse leggermente più stabile per la versione Xbox 360) che possa però contare su un comparto textures spesso davvero impoverito da ambientazioni vuote e poco definite.

Vieni! fatti sotto!

 

IN CONCLUSIONE

Asura's Wrath si prospetta come un titolo action atipico, caratterizzato da un'atmosfera orientale, colori caldi e da uno stile ispirato che attinge dal presente e dal passato. Fa della spettacolarità, dell'esagerazione e della frenesia delle immagini le proprie carte vincenti, ma non riesce ad eccellere in quanto a meccaniche di gioco e combat system, il quale si presenta davvero sterile e massimamente scriptato. Un titolo che potrebbe affascinare ma che potrebbe non saziare chi è alla ricerca di un'avventura action nella quale mettere alla prova le proprie abilità e la propria fantasia nell'utilizzo delle mosse in combattimento.
SEGUICI SU
FacebookTwitterGoogle PlusYouTubeInstagramFeed RSSSteam
IMMAGINI DEL GIOCO

ULTIME NEWS

TRUCCHI

SOLUZIONE

zlogo
Anche i videogiochi lasciano il segno...
V5.1 ©2010 - 2014
Link Utili
I videogiochi più attesi Ultime Top Recensioni