Z-Giochi.comZ-Giochi.com Mobile

Z-Giochi chiude i battenti. La Redazione continua il suo cammino all'interno delle pagine di Tom's Hardware.
Il Canale YouTube e la Pagina Facebook continueranno ad essere gestiti da DevilChry. Grazie di tutto, ci vediamo su Tom's!
Recensione
TESTATO SU PC
14 maggio 2015, 13:00
Dungeons 2
Dungeons 2 mobile

Dungeons 2 – Pallidi ricordi di Dungeon Keeper

Era il 1997 quando Molyneaux, in uno dei suoi frequenti lampi di genio, regalò ai videogiocatori uno dei titoli più caratteristici, rivoluzionari e stravaganti del panorama videoludico: Dungeon Keeper. Agli occhi di molti oggi sembrerebbe un gestionale come tanti, e neanche così incredibile, ma la realtà storica è profondamente diversa. Parliamo di un gioco che fu tra i primi ad invertire la morale videoludica, propugnando uno slogan piuttosto evocativo (“Evil is good”), presentando una veste grafica notevole e molto ben caratterizzata e, non ultimo, un gameplay di tutto rispetto. Dungeon Keeper fu insomma un vero spartiacque, un’opera di grande spessore e dall’enorme seguito. Sono molte le Software House che hanno provato ciclicamente a riproporre prodotti analoghi, quasi mai riuscendo nella difficile impresa di emulazione. Perlomeno questo Dungeons 2 toglie l’amaro in bocca a tutti i fan che hanno provato il remake mobile di Dungeon Keeper, una terribile macchinazione firmata EA, talmente intrisa di microtransazioni da aver raccolto pareri negativi sulla quasi totalità delle riviste di settore.

Where is my gameplay?

La narrazione della campagna di gioco prosegue direttamente da quanto visto nel primo capitolo: il Signore del Male è in procinto di conquistare la capitale delle razze buone, e la sua marcia appare oramai inarrestabile. Questa prima sessione rappresenta un mini tutorial sulle funzioni basilari quali camminare e cliccare con il tasto destro del mouse, ma fortunatamente ruberà pochissimo tempo. Il Male Assoluto viene infatti relegato nella sua forma spirituale da alcuni maghi, costringendoci a ricominciare da capo sul nostro sentiero di vendetta. Eccoci insomma di nuovo nell’amato dungeon, con qualche differenza rispetto al precedente capitolo. In questa seconda versione difatti non dovremo solo gestire la segreta maligna, ma ci sarà anche da controllare e guidare le truppe nel mondo esterno, dividendo quindi l’esperienza di gioco principalmente in due fasi (che però sono simultanee): quella gestionale e quella RTS.

Nella prima si dovranno creare corridoi e stanze, accumulare risorse (oro e mana), assoldare manovalanza e truppe, ricercare e migliorare le zone di produzione ed ovviamente occuparsi dei randomici avventurieri che invaderanno ciclicamente le perigliose aule del Male. La seconda fase invece presenta feature piuttosto striminzite, limitandosi ad un continuo spostamento delle truppe lungo mappe piccole e con caratteristiche morfologiche di scarsissimo rilievo tattico. Questo dualismo di gioco, pur differenziandosi da Dungeons, risulta essere poco appetibile e, un po’ come la maggior parte delle produzioni ibride, carente sotto il profilo del dettaglio e della complessità. Tralasciando quindi il lato RTS, che ad esclusione delle diverse tipologie di truppe a disposizione si ferma al concetto “più soldati equivale a vittoria”, la fase di gestione del dungeon rimane la meglio sviluppata e divertente. Gli elementi in realtà ci sono tutti, un buon numero di stanze da costruire, molti tipi di trappole da piazzare, risorse da accumulare e via discorrendo. Manca però una vera sfida: le invasioni ai danni del nostro covo, oltre ad essere sporadiche, potranno essere affrontate sempre con grandissima facilità, limitando di molto il gameplay, che non riesce mai ad imporsi e ad offrire una giocata ardua ed impegnativa.

Bello da vedere

Tecnicamente Dungeons 2 presenta nel complesso più lati positivi che negativi. Togliendo subito il dente, bisogna segnalare una certa osticità nei comandi di gioco, soprattutto per quanto concerne il ramo di strategia in tempo reale. La presenza di due minimappe distinte, rappresentanti il dungeon ed il mondo esterno, in concomitanza con una incomprensibile difficoltà nel click sui portali di trasporto potrebbe generare non poca frustrazione. Anche i comandi delle truppe offrono troppo spesso il fianco al missclick. In generale però l’estrema semplicità delle giocate da battaglia faranno passare questi difetti in secondo piano. Notevole invece tutto l’apparato grafico e di design. Innanzitutto molto ben curato e disegnato il dungeon, in ogni suo aspetto: le stanze del tesoro, quelle produttive, le unità, i miglioramenti e le trappole sono numerose e ben strutturate, dando molta soddisfazione visiva. In generale l’approccio fiabesco ma scanzonato rende il prodotto davvero gradevole ed adatto ad un pubblico di tutte le età. La caratterizzazione della voce narrante (a volte un po’ troppo invasiva) sarà la ciliegina sulla torta di un prodotto che fa del design la propria punta di diamante. Le palette di colori risulteranno quindi sempre azzeccate e molto saturate, in perfetto stile wonderland, e si contraddistingueranno per gli evidenti contrasti, cromatici e descrittivi, delle zone buone da quelle corrotte e malvagie. Menzione d’onore al comparto sonoro, soprattutto il doppiaggio, molto curato e di indubbia qualità.

[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=ZobfiywCejU[/youtube]

IN CONCLUSIONE
Dungeons 2 fa sicuramente dei passi avanti rispetto al predecessore, ma anche qualche passo indietro. Innanzitutto la fase RTS, che è francamente poco approfondita e a dir poco semplicistica. Sarebbe potuta anche non essere inserita affatto. Inoltre la difficoltà di gioco globale meriterebbe un netto cambio di ritmo e di impegno, essendo allo stato attuale davvero fin troppo facile. Tendenzialmente il prodotto si presta, anche grazie al suo impatto grafico molto fiabesco e fanciullesco, ad un pubblico variegato. La semplicità di gameplay poi potrebbe spostare il target indubbiamente verso i casual gamer, se non addirittura verso i più piccini. Il voto è sufficiente, ma i giocatori hardcore sono avvertiti: allo stato attuale vi consigliamo di non spendere ben 45 euro per un prodotto che è una versione annacquata di Dungeon Keeper.
Pro-1
Graficamente molto curato
6.5
Contro-1
Fase RTS da eliminare
Pro-2
Doppiaggio encomiabile
Contro-2
Gameplay a tratti ripetitivo
Pro-3
Campagna molto longeva
Contro-3
Troppo facile
Piuttosto scialbo
COMMENTI