Z-Giochi.comZ-Giochi.com Mobile

Z-Giochi chiude i battenti. La Redazione continua il suo cammino all'interno delle pagine di Tom's Hardware.
Il Canale YouTube e la Pagina Facebook continueranno ad essere gestiti da DevilChry. Grazie di tutto, ci vediamo su Tom's!
Recensione
TESTATO SU PC
3 giugno 2015, 9:17
Monstrum
Monstrum mobile

Monstrum – Alien ha un degno avversario

Non è la prima volta che scriviamo di Monstrum, poco meno di 4 mesi fa abbiamo infatti già avuto modo di provare durante la sua permanenza fra i titoli in Accesso Anticipato disponibili su Steam e scrivere una corposa anteprima di questo indie horror, prodotto da Team Junkfish, che ci aveva lasciato positivamente sorpresi e fiduciosi sulla versione finale del titolo. Tornati nuovamente sulla nave maledetta, abbiamo quindi dato un’occhiata alle novità introdotte con la versione 1.0 per poter finalmente scriverne una recensione e dare un voto. Siamo rimasti soddisfatti oppure delusi dai miglioramenti introdotti in questi mesi? Per scoprirlo non vi resta che continuare a leggere il nostro articolo.

Senza titolo-7

Scappare è l’unica soluzione

Mostrum è un survival horror che ricalca le meccaniche di Alien Isolation. Questa volta però non siamo alle prese con gli xenomorfi e l’ambientazione fantascientifica lascia spazio ad una più terrestre ma comunque angosciante. Una volta avviata la partita ci risveglieremo all’interno di una nave container alla deriva in mezzo al mare e senza anima viva a bordo. Ben presto scopriremo che nella nave è presente una mostruosa creatura che cercherà di catturarci ed ucciderci, costringendoci quindi a ricominciare la partita senza avere più nessun oggetto raccolto durante la nostra partita proprio a causa della permadeath, scelta che aumenta notevolmente la difficoltà in questo titolo all’apparenza semplice, in cui il nostro obbiettivo è riuscire a fuggire dalla nave sfruttando una delle tre vie di fuga che richiedono al giocatore di esplorare la nave alla ricerca degli oggetti necessari per poterle appunto utilizzare e abbandonare quel luogo maledetto.

Ogni volta che avviamo una partita, la nave verrà generata in maniera casuale. Tuttavia non dobbiamo aspettarci grandi stravolgimenti nella forma della nave poiché rimarrà sempre divisa in tre livelli che comprendono il ponte superiore, con gli alloggi dell’equipaggio e la sala di comando, la sala macchine ed il ponte inferiore dove son presenti i container, mentre i ponti esterni risulteranno sempre uguali. A variare è quindi la disposizione delle stanze e di parte dei corridoi, oltre alla posizione degli oggetti e del mostro che ci darà la caccia per tutta l’avventura. Son presenti tre diverse tipologie di mostri, ognuna col suo comportamento, ma in ogni partita ce ne sarà solo uno.

Non siete così spaventosi

Il design dei mostri risulta ben studiato, anche se non riescono a brillare per la loro capacità di incutere paura. In Mostrum infatti non verrete mai sopraffatti dalla tensione o dalla paura, perché, nonostante i tre nemici abbiano entrambi uno stile estetico differente e ben fatto, in grado di variare dal mostro grande e grosso a quello più piccolo e trasparente, difficilmente dopo le prime partite riusciranno a spaventarvi. Anche perché gli oggetti necessari per poter utilizzare una delle vie di fuga, seppur posizionati in maniera casuale, sono solitamente situati in determinate stanze facilmente riconoscibili dato che per aprirle è necessario prima trovare un fusibile con cui far tornare la corrente in un’area. Tale sistema alla lunga fa scemare la paura e la tensione iniziale, compromesso anche da una certa ripetitività di fondo, dato che son presenti solamente tre differenti vie di fuga e non basta la presenza di alcune “trappole” sparse per la mappa in grado di rallentare il giocatore o di farne rilevare la presenza – telecamere che se rilevano il giocatore attivano l’allarme – ai mostri per dare filo da torcere. Sono presenti un buon numero di nascondigli e oggetti ambientali e non in grado di distrarre i nemici e una volta acquisita una certa esperienza non sarà difficile farsi beffe del mostro che ci insegue. E questo è certamente un aspetto positivo che in parte riesce a controbilanciare la ripetitività di fondo di Monstrum, unico vero difetto in questo titolo, tuttavia, se si cerca di scoprire cosa sia accaduto sulla nave cercando tutte le note sparse qua e là, saranno necessarie diverse ore di gioco per riuscire a trovare tutto, ma ciò non vuol dire che la longevità sia scarsa. Molti giocatori potrebbero infatti apprezzare l’impostazione del gameplay, mentre per altri potrebbe risultare stancante e noiosa in breve tempo.

Una nave fantasma

La ripetività si nota anche negli ambienti della nave, che, seppur di buona qualità a livello grafico, gli asset modulari vengono ripetuti con insistenza, tuttavia le stanze e corridoi risultano verosimili, come quelli che potremmo vedere nei vari ponti di una nave container. A livello grafico abbiamo quindi un titolo che punta sulla qualità anziché sulla quantità, con buone texture e ben definite in grado di dare il senso di angoscia e claustrofobia che viene ulteriormente messo in risalto da un ottimo sistema d’illuminazione, che pur senza tendere al buio assoluto nelle zone senza fonti di luce, non rende la torcia totalmente inutile e allo stesso tempo ci aiuta a nasconderci dai nemici, che pur presentando un’IA non particolarmente sofisticata risultano comunque in grado di interagire con l’ambiente, infatti vengono rallentati dalle porte chiuse e rispondono soprattutto agli stimoli sonori, oltre che a quelli luminosi.

[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=ITFj3–6kLM[/youtube]

IN CONCLUSIONE
Monstrum è un titolo discreto. Diverte grazie ad un gameplay semplice ed immediato e grazie alla generazione procedurale della nave, ogni partita risulta diversa. Tuttavia la generazione casuale mette in risalto una certa ripetitività degli ambienti, tra l'altro non particolarmente grandi, e nel complesso Monstrum non riesce a trasferire un senso di paura costante. In ogni caso siamo davanti ad un titolo interessante ma dal concept non particolarmente originale, supportato però da un gameplay funzionante.
Pro-1
Ambientazione riuscita
7
Contro-1
Gameplay piuttosto semplice
Pro-2
Diverse tipologie di mostri
Contro-2
Alla lunga può stancare
Pro-3
Nave generata proceduralmente...
Contro-3
... A scapito della varietà e delle dimensioni
Sta venendo a prenderti
COMMENTI