Z-Giochi.comZ-Giochi.com Mobile

Z-Giochi chiude i battenti. La Redazione continua il suo cammino all'interno delle pagine di Tom's Hardware.
Il Canale YouTube e la Pagina Facebook continueranno ad essere gestiti da DevilChry. Grazie di tutto, ci vediamo su Tom's!
Recensione
TESTATO SU PSVITA
22 giugno 2013, 14:20
OMG HD Zombies
OMG HD Zombies mobile

OMG HD Zombies – Recensione

Questo mese di giugno è stato davvero generoso nel consegnare agli appassionati di zombie diversi titoli come il capolavoro Naughty Dog, The Last of Us, il gioco indipendente State of Decay e ora, su PS Vita, OMG HD Zombies. Il tema zombiesco ha influenzato gran parte delle produzioni di questa generazione: da DLC a tema a tanti sparatutto, spesso indie, che sfruttavano questa incredibile ondata di successo dei non-morti, che a fasi alterne divampa nuovamente, per mettere nelle mani del giocatore un equipaggiamento sufficiente a eliminarne orde su orde. Quello che andiamo a trattare oggi è la rivisitazione di un Minis uscito per PSP diversi anni fa, che risulta ancora nella Top 10 dei migliori giochi per PSP su Metacritic, ovvero OMG-Z. Lo sviluppatore Laughing Jackal ha pensato quindi di sfruttare la nuova piattaforma mobile PS Vita per riproporre il gioco a un’utenza più vasta, non senza qualche contenuto aggiuntivo.

OMG HD Zombies

BIANCO, NERO E TANTO ROSSO

Come sempre un maledetto virus mette in ginocchio tutte le città tra cui Redfield City. Anche qui le forze dell’ordine non sono riuscite a mantenere sicura la città, ma c’è un sopravvissuto, e noi vestiremo i suoi panni. Questa epidemia ha però una variante rispetto a quella classica che trasforma gli umani in zombie. Questi, una volta morti, esplodono, danneggiando anche chi si trova nelle vicinanze. Sulla base di questo incipit che contestualizza le nostre azioni, faremo conoscenza della meccanica base che fa del titolo un gioco di azione strategico e apparentemente un po’ puzzle.

Chiariamo subito, il gioco ci chiede di eliminare dallo scenario più zombie possibili, ma non come in un classico sparatutto. Poche munizioni alloggiano nella canna del nostro fucile, appena tre all’inizio, e con quelle dobbiamo far fuori più zombie possibili. Il nostro alter-ego è lì fermo in uno scenario e sotto i suoi piedi ci sono un numero variabili di zombie, con i colpi a sua disposizione deve farne fuori oltre la metà per sbloccare i livelli successivi, che si sviluppano attraverso uno schema piramidale. La peculiarità del gioco si basa sulla reazione a catena provocata dall’esplosione degli zombie. Dovremo cercare di scatenare un vero e proprio effetto domino ottenendo al fine di ognuno dei 100 livelli (per un totale di 32 scenari differenti) una medaglia di bronzo, argento, oro o Platino in base alla percentuale di infetti uccisi. Per fare questo dovremo imparare e osservare attentamente il tipo di zombie presente nello scenario e la loro vita, e scegliere il momento giusto in cui ucciderli per far sì che l’effetto che producono dopo l’uccisione coinvolga il maggior numero possibile di non-morti.

Dovremo fare quindi la conoscenza dei civili la cui morte fa schizzare la loro testa, i poliziotti che in punto di morte fanno partire un colpo di pistola nella direzione in cui sono rivolti. I soldati che invece sparano un paio di colpi di fucili che possono rimbalzare a mo’ di flipper, e così via. Rispetto al gioco originale sono state aggiunte altre tre classi: Runner, Mortar  e Zapper che fondamentalmente hanno effetti che coprono un raggio più ampio rispetto agli altri. Gli zombie sono facilmente riconoscibili dalle animazioni e da un determinato colore visibile premendo il grilletto destro oppure tramite un’icona sullo schermo se abbiamo attivati i controlli touch. A tal proposito non abbiamo gradito la scelta, nel caso in cui usiamo i tasti, di dover tenere premuti i dorsali per vedere il colore e la vita degli zombie, quando poi nella configurazione tattile l’icona va toccata una sola volta per attivare questa funzione. L’input dato tramite touch screen è sempre molto preciso nell’interagire con il punto da noi indicato, però quando su schermo ci sono tanti zombie diversi e noi vogliamo colpirne uno in particolare, il poter spostare il mirino con l’analogico,  visualizzabile  solo con i controlli fisici, si rende necessario per una maggiore precisione, vista la scarsa quantità di munizioni a nostra disposizione. Avremo quindi preferito una configurazione ibrida fra tasti fisici e tattili per rendere il tutto più confortevole.

Coerentemente con la meccanica di base, il sistema di upgrade qui non avviene tanto sull’arma, quanto sugli zombie. Spendendo i soldi ottenuti nei livelli andremo a potenziare a nostro piacimento i danni, il raggio e gli effetti prodotti dagli zombie, aumentando le nostre possibilità di reazioni a catena, aggiungendo un aspetto strategico importante per ottenere le medaglie di rango alto. Il gioco offre anche finali multipli, di cui due inediti in questa versione, raccontati tramite dei fumetti interattivi (che molto ricordano il fumetto di The Walking Dead) tramite touch screen che peccano solo nel fastidioso caricamento tra una pagina e un’altra sebbene duri pochissimi secondi.

OMG HD Zombies è uno di quei giochi che a una prima occhiata non daresti chissà quante chance, ma che poi portatile alla mano vengono rivalutati. Il più grande pregio di OMG HD Zombies è quello di combinare la strategia alla fortuna, e questo mix diventa una combinazione vincente che diverte e coinvolge molto. È divertente provare e riprovare a eliminare tutti gli zombie dallo scenario scegliendo quale tipo di zombie colpire per primo e sperimentando nuove reazioni a catene, prendendosi i meriti di tutte quelle esplosioni in sequenza prodotte da un solo colpo di fucile, anche se in realtà è stata solo una botta di fortuna. Graficamente il gioco è molto stilizzato con scenari monocromatici su cui si sparge il rosso sangue degli infetti. L’accompagnamento sonoro è un po’ limitato, nonostante il tema del menù principale facesse sperare in qualcosa di migliore, lasciando il giocatore insieme ai gemiti dei morti, al rumore delle loro esplosioni e a qualche riff di chitarra e temi strumentali di poco effetto che però non ci hanno annoiato nelle nostre ore di gioco.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=IAeNTR1OYjw[/youtube]

IN CONCLUSIONE
OMG HD Zombies offre diversi nuovi contenuti anche ai possessori dell’originale Minis: una grafica rivista, 19 nuovi livelli, tre tipi di nuovi zombie, due finali inediti, la modalità Prestigio per i più hardcore, trofei e classifiche online al netto di un prezzo che vede un costo aggiuntivo di soli 50 centesimi. Al prezzo di 3,49 euro quindi questo titolo vi divertirà per diverse ore, la cui inesistente curva di apprendimento lo rende disponibile per qualsiasi tipo di utenza. Al gioco va il pregio di aver ripensato il modo di interagire con le orde di zombie non proponendo il classico sparatutto ma uno strategico, che crea una certa dipendenza nel vedere esplodere in sequenza gli zombie all’interno di un caos apparentemente controllato. Il rapporto rigiocabilità/prezzo gioca a suo favore, sarà un attimo caricare per l’ennesima volta lo stesso livello per sbloccare la medaglia d’argento, d’oro piuttosto che quella di platino, per una longevità complessiva più che soddisfacente.
Pro-1
Ci sono gli zombie ma non è il solito sparatutto
8
Contro-1
La mancanza di controlli ibridi
Pro-2
Un mix vincente di fortuna e strategia vi divertirà per diverse ore
Contro-2
Caricamento della pagine dei fumetti
EFFETTO DOMINO
COMMENTI