Z-Giochi.com
Scopri il nostro Canale Youtube

Recensione | Driver: San Francisco

Recensione del 03/09/2011

Cover Driver: San Francisco
PC - PS3 - Wii - Xbox 360
Pegi 18
TESTATO SU
PS3

Genere: ,
Sviluppatore:
Produttore:
Distributore: Ubisoft
Lingua: Italiano
Giocatori: 1
Data di uscita: 01/09/2011
PS3X360PC
EUR 39,95EUR 24,00EUR 14,90

Dopo sette anni dall’ultimo capitolo ritorna per mano di Ubisoft Reflections, Driver, che tanti fan aveva conquistato nella sua prima incarnazione. Ora viene riproposto in una nuova prospettiva tutta da esplorare per quelli che si avvicinano adesso alla serie ma anche dai fan di vecchia data che si troveranno con un prodotto molto diverso dall’originale, ma più che valido.

Le primissime apparizioni di Driver: San Francisco hanno lasciato di stucco un po’ tutti quelli del settore, tant’è che gli stessi sviluppatori hanno deciso di non pubblicare il gioco per il periodo previsto inizialmente e rivedere molti dettagli della struttura di gioco. Il gioco è stato quindi rinviato e fissato per l’uscita settembrina del 2011, e nelle sue ultime apparizioni ci ha lasciato, come potete leggere nella nostra anteprima, con un sorriso convinto stampato in faccia pensando ad un gioco rivisto e corretto che avrebbe detta la sua nel genere dei racing game. Sì perché questo Driver è ora completamente un gioco di guida arcade, non ci sono più sessioni fuori dalla macchina, permane però la struttura di sandbox con missioni principali e secondarie.

COME CI SIAMO LASCIATI L’ULTIMA VOLTA?

La storia prosegue dal finale di Driv3r e quindi ritorniamo nelle vesti di John Tanner al perenne inseguimento del criminale Jericho. Nel terzo capitolo della serie i due furono ricoverati d’urgenza nell’ospedale di Istanbul in seguito all’ultimo scontro, Jericho ristabilitosi fu rinchiuso in carcere mentre Tanner riprese la sua vita di poliziotto finché non arrivò la segnalazione che Jericho era riuscito a evadere e fuggire, da lì iniziò uno spettacolare inseguimento che si concluse con un inevitabile incidente che ridusse Tanner in uno stato di coma profondo. Approfittando del coma gli sviluppatori hanno creato questo nuovo capitolo che si svolgerà nella mente di Tanner, sempre alla costante ricerca di Jericho.

Sfruttando questo espediente narrativo i programmatori hanno conferito un particolare potere a Tanner, lo Shift. Grazie a quest’abilità possiamo sollevare la telecamera a volo d’uccello per vedere la città dall’alto, fino anche a una visione satellitare, per scegliere con l’analogico destro in quale vettura o in quale automobilista entrare per servircene ai nostri scopi. Il risultato è un gameplay nuovo, fresco e divertente, andiamo a vedere nel dettaglio come si struttura il gioco.

LO SHIFT AL CENTRO DI TUTTO

Come il titolo del gioco suggerisce, la città sulla quale ci muoveremo sarà San Francisco, ricreata con cura nei luoghi simbolici come il Golden Gate Bridge, Lombard Street o Chinatown mentre il resto della città non è trasposizione fedele per problemi di design, visto che le molte aree residenziali presenti nella città californiana non sarebbero state funzionali al gameplay, di qui la decisione degli sviluppatori di eliminarle e costruire qualcosa adatto al gameplay. La struttura del gioco e la sua impostazione è classica, abbiamo una città nella quale girare liberamente(alcune aree vengono sbloccate andando avanti nella storia) e scegliere se fare le missioni principali legate alla trama oppure fare le classiche missioni secondarie. Tutta la struttura però gira intorno allo Shift.

Dopo un primo adattamento a questa nuova dinamica di gioco, e completando le prime missioni ci si accorge di come quest’abilità sia facile e divertente da usare, e importante per portare facilmente a compimento gli incarichi. Di fatto la useremo spesso, e attorno, visto i presupposti narrativi, sono state create missioni incredibili, folli alcune fino ad arrivare all’assurdo in altre, tutte con un taglio cinematografico di livello che divertono e si fondono perfettamente con lo stile del gioco. La varietà è senz’altro alta, solo nelle battute finali si può riscontrare una certa ripetitività, si va dai classici inseguimenti ai pedinamenti, da corse a checkpoint a tipiche gare clandestine. Vi riportiamo alcune più particolari come arrivare in una gara primo e secondo quindi usando lo Shift in modo tale da portare nelle prime due posizioni due macchine. Cercare di accelerare i battiti cardiaci del nostro passeggero portandoli alle stelle, effettuando le manovre più azzardate e rischiose possibili. Ancora, prendere il posto del conducente di un’auto di scuola guida per far impazzire il proprio istruttore, oppure vestire i panni del poliziotto durante un inseguimento, e nel qual caso il fuggitivo fosse troppo veloce, perché non shiftare in un camion che procede nella corsia opposta al nostro bersaglio e schiantarcisi contro per fermarlo. Da questi esempi potete ben capire che questo tipo di situazioni saranno frequenti come i dialoghi con i nostri passeggeri sempre ironici e sopra le righe.

NON OCCORRE SPEED, MA PIU SHIFT

Le sole missioni principali ci occuperanno per un buon otto/nove ore e altrettante ore impiegheremo per svolgere le missioni secondarie e trovare quelle nascoste. Lo svolgimento delle missioni e una guida quanto più spettacolare, fatta di acrobazie e derapate, ci regaleranno soldi e punti determinazione per sbloccare eventi e garage all’interno della città e per comprare macchine (120 auto su licenza)e potenziamenti quali un turbo potenziato o un’abilità che rafforzerà la nostra potenza nello speronamento delle autovetture, oppure potenziare lo stesso Shift per raggiungere la visione più alta, quella satellitare.

Le sensazioni alla guida delle macchine è buona come la risposta ai comandi, il modello arcade è molto ben proposto, derapare e fare salti da stuntman sono piacevoli da affrontare, certo che nelle zone trafficate ci vuole anche un certa abilità nel destreggiarsi poiché complici vetture molto leggere, ogni urto sarà difficile da controllare e di zone trafficate ce ne sono. Lo Shift però sembra in molti casi facilitare le cose, per quanto sia divertente, poco contano le reali abilità alla guida, eccetto alcune (forse poche) missioni in cui l’abilità è disabilitata, perché quasi tutti i nostri errori possono essere corretti, shiftando. Però la stessa abilità viene incontro a quelle tediose passeggiate nella città, tipiche dei free roaming, per raggiungere il punto di raccolta della missione, che a molti danno fastidio. Alcune missioni possono essere leggermente frustranti, ma questo è molto soggettivo a seconda della vostra abilità al volante e l’uso strategico dello shift.

UN SOLIDO MULTIPLAYER

Il multiplayer del gioco è soddisfacente sia per le modalità a disposizione degli utenti (fino a 8 giocatori) sia per alzare il tasso di sfida e di competizione. Le modalità sono anche qui varie ma niente di nuovo e originale, abbiamo un tradizionale guardia e ladri, gare di velocità vera e propria in cui lo Shift non si può usare. La modalità Incursore richiede a uno squadra di raggiungere un punto della mappa difesa dagli avversari che a loro volta dovranno difenderla semplicemente toccando la macchina in attacco.

Abbiamo poi un classico del genere degli sparatutto, che è riproposto in modo naturale e integrato anche qui, si tratta del Cattura Bandiera, nel quale bisogna cattura uno segnale e portarlo nella propria base senza farsi toccare dagli altri, inutile dire che le corse si basano sempre sullo Shift. Tutto funziona a dovere anche in questo contesto. Ancora, c’è il Trailblazer, in cui l’obiettivo sarà stare in scia dietro a una DeLorean guidata dalla CPU per accumulare punti fino a riempire una barra visualizzabile sullo schermo, quindi tutti faranno di tutto per usurpare il posto degli altri. Ci sono anche alcune modalità a squadre che sono davvero avvincenti, in cui necessiterà, per forza di cose, una buona strategia tra i compagni (microfono permettendo) per coordinarsi e portare a casa la vittoria del match. Le modalità non sono tutte disponibili da subito ma si sbloccano guadagnando punti esperienza. Tutti i nostri risultati possono essere condivisi tramite i social network (Facebook e Twitter) e attraverso una modalità “cinema” possiamo invece salvare le nostre azioni in-game, modificarle mediante un semplice editor e dare vita a dei veri e propri filmati da condividere.

Il multiplayer è disponibile anche in locale, in split screen con modalità competitive e altre cooperative con un obiettivo comune. In split screen però il gioco soffre di qualche rallentamento, cosa che avviene sporadicamente, solo nelle azioni più caotiche, in singolo. Per il resto il gioco va liscio sui 60fps, una cosa fondamentale per un gioco di guida. San Francisco è una città viva, piena di movimento, il look generale e più che apprezzabile, anche se permangono i difetti congeniti ai free roaming di pop up, e andando nel dettaglio le texture generali non sono di buon livello; i modelli poligonali delle macchine invece sono davvero ben fatti così come i riflessi sulle carrozzerie.

IN CONCLUSIONE

Driver: San Francisco non ha tradito le sensazioni delle precedenti prove, si è confermato un gioco estremamente efficace e divertente nel gameplay grazie al modello di guida appagante e gli originali poteri in nostro possesso. Il titolo è ricco di contenuti, di buona varietà con una trama a tratti avvincente e con un multiplayer che rappresenta il posto migliore per trovare un tasso di sfida più elevato e scoprire qualche modalità inedita del genere oltre che aggiungere altre ore di gioco. La strada intrapresa da Ubisoft Reflections non era tra le più sicure, ma alla fine tra alti e bassi è da premiare per il tentativo, riuscito, di portare qualcosa di nuovo al genere dei racing game.
ZVOTO
8
Voto dei lettori
9.33
Loading ... Loading ...
LA VALUTAZIONE IN QUESTA RECENSIONE NON CORRISPONDE AI NOSTRI ATTUALI CRITERI DI VALUTAZIONE!!! LE NUOVE RECENSIONI VENGONO VALUTATE SECONDO QUESTI CRITERI DI VALUTAZIONE!!!
COMMENTI

  1. Ottima rece i miei complimenti sono d’obbligo ;)

  2. Jacopo "ED64" RetrosiJacopoED64 scrive:

    Bella rece Dani. Ho solo un dubbio: la versione Wii sarà da 8 come quelle HD? XD

SEGUICI SU
FacebookTwitterGoogle PlusYouTubeInstagramFeed RSSSteam
IMMAGINI DEL GIOCO

ULTIME NEWS

zlogo
Anche i videogiochi lasciano il segno...
V5.1 ©2010 - 2014
Link Utili
I videogiochi più attesi Ultime Top Recensioni