Z-Giochi.com

Recensione | Il gatto con gli stivali

Recensione del 29/12/2011

Cover Il gatto con gli stivali
PS3 - Wii - Xbox 360
Pegi 12
TESTATO SU
PS3

Genere: ,
Sviluppatore:
Produttore:
Distributore: Halifax
Lingua: Italiano
Giocatori: 2
Data di uscita: 02/12/2011
PS3X360
EUR 22,90EUR 50,00
Pro-1
In fondo, in fondo è divertente
Contro-1
Troppo facile
Pro-2
Il gatto con gli stivali
Contro-2
Adatto solamente ai più piccoli
Contro-3
Durata dell' avventura principale inferiore alle 3 ore

Come ogni anno, DreamWorks ha fatto uscire nel periodo natalizio uno dei suoi film in computer grafica, assieme al quale, ovviamente, non poteva mancare anche il relativo videogame a esso ispirato.

Quest’ anno è il turno del Gatto con gli stivali, personaggio secondario amatissimo da tutti i fan della saga di Shrek, che è riuscito a guadagnarsi il proprio spin off grazie al suo carattere audace ed eroico, che allo stesso tempo fa trasparire la natura felina del protagonista, dandogli una personalità simpatica e spassosa in grado di far ridere grandi e piccini. Senza dilungarci però troppo sulla pellicola, andiamo ad analizzare invece assieme il videogame tratto dal lungometraggio, per scoprire quanto del divertimento presente nel film è stato trasmesso al videogioco.

Siete pronti a rivivere le avventure del gatto con gli stivali ?

LA FAVOLA DEL GATTO CON GLI STIVALI

La trama del gioco riprende piuttosto fedelmente gli eventi del film, soffermandosi però un pò di più su alcune parti della storia e scorrendo invece più velocemente su altre. Ci ritroviamo dunque a vestire i panni di Gatto, il protagonista del film, che deve recuperare i tre fagioli magici che sono caduti nelle mani di degli assassini.

Tali fagioli, una volta piantati, sono in grado di far crescere una pianta enorme, che porta direttamente al luogo dove è situata l’ oca d’oro, la quale è desiderio dei cattivoni di turno dato che logicamente è in grado di produrre uova dorate. Ad accompagnare Gatto nella sua eroica impresa, ci sono l’ uovo magico Humpty Dumpty e la gatta Kitty.

Durante i duelli potete spostarvi solamente a destra o a sinistra

UN ACTION SU BINARI

Questa è la definizione che meglio si addice al genere di questo titolo. Il Gatto con gli stivali è difatti un gioco molto lineare, dove non ci viene permesso nemmeno di muoverci liberamente negli ambienti che ci circondano e che alterna duelli, fasi che richiamano il genere stealth e folli inseguimenti. I primi citati consistono molto semplicemente in dei duelli di spada basati sul movimento degli analogici, del PlayStation Move o del Motion controller per Wii a seconda del pad e della console con cui si è deciso di affrontare l’ avventura. Durante questi scontri con i banditi, avremo modo di caricare due barre diverse : la prima, una volta piena, ci permetterà tramite la semplice pressione di un tasto, di tirare un calcio al bandito davanti a noi e di scaraventarlo dove vogliamo; mentre la seconda ci permetterà di attaccare il nostro nemico con i taglienti artigli di Gatto.

A rendere tali duelli un pò più interessanti, ci sono vari collezionabili e oggetti sparsi per gli ambienti, che possiamo utilizzare per mettere K.O. i nostri nemici e ricevere dunque una valutazione migliore. Per ogni nemico abbattuto, si riceve difatti una ricompensa in monete, che aumenta a seconda dei modi fantasiosi con cui si decide di battere i propri avversari. Per quanto dunque questi duelli siano discretamente divertenti, la loro presenza ossessiva durante il gioco e la scarsa libertà di movimento, finiscono per renderli ripetitivi e alla lunga un pò noiosi. A intervellare però i momenti dedicati alla spada, vi sono però altri due tipi di gameplay diversi tra di loro.

Il primo, come già accennato, richiama leggermente il genere stealth e consiste nell’ avvicinarsi silenziosamente a un obiettivo senza farsi scoprire da nessuno. Il secondo, consiste invece in una serie di folli inseguimenti scriptati dove il personaggio si muove automaticamente e noi non dobbiamo fare altro che saltare, schivare, stare in equilibrio su delle corde e direzionare i movimenti di Gatto. Ad affiancare questi momenti, vi saranno dei piccoli Quick Time Event, dove dovremo premere determinati tasti per nasconderci dietro a delle statue o per affrontare delle gare di ballo. Il gameplay del Gatto con gli stivali è dunque totalmente pre-pianificato e caratterizzato da una libertà di movimento pressoché nulla, che sicuramente deluderà tutti coloro che si aspettavano il classico gioco d’avventura in terza persona con ambienti esplorabili. Oltre alla spada, l’unico altro oggetto che possiamo utilizzare durante la nostra avventura e la chitarra, che è va suonata sia per conquistare i cuori di alcune gattine sparse per i livelli, che ovviamente per spaccare la testa al bandito di turno.

La chitarra può diventare un’ arma

DESTINATO SOLAMENTE A UN PUBBLICO MOLTO GIOVANE

Il gatto con gli stivali è un gioco sviluppato chiaramente per un pubblico composto unicamente da bambini. Il titolo è difatti di una semplicità mostruosa e di una longevità ridicola, tanto che per completare l’ avventura principale ci si può impiegare un massimo di tre ore. La rigiocabilità del titolo può essere spinta solamente dalla volontà di prendere l’oro in tutti i livelli e dalla sfide, che permettono molto semplicemente di giocare il gioco con un amico, per vedere chi è in grado di fare il punteggio più alto.

Questo gioco potrebbe forse fare gola anche a qualche cacciatore di trofei, vista la facilità con cui si può ottenere  il relativo trofeo di platino nel giro di poche ore, ma in generale non è assolutamente adatto a un pubblico adulto. A rendere il prodotto poco godibile contribuisce inoltre una grafica che ha ben poco a che vedere con quella computerizzata e splendida del film e dei filmati piuttosto tristi tra un livello e l’ altro, composti da dei artworks non particolarmente belli che sembrano quasi voler coprire la pigrizia degli sviluppatori. Nonostante tutti questi difetti, la personalità del protagonista non è stata però rovinata : Gatto è difatti lo stesso felino eroico e spassoso dei film e contribuisce a rendere l’ avventura frenetica e divertente.

Nessuna pietà per i banditi !

IN CONCLUSIONE

Il gatto con gli stivali è un videogioco per bambini, caratterizzato da una semplicità di fondo che non lo rende un titolo godibile anche per i più grandi. Se da un lato quindi il gioco è dotato di un gameplay piuttosto divertente, la totale assenza di una libertà nei movimenti, un' avventura principale terribilmente corta e una difficoltà di gioco pressoché nulla rendono Il gatto con gli stivali un titolo piuttosto mediocre, che difficilmente riuscirà a essere amato anche solo dai fan dell' intrepido felino.
ZVOTO
5.5

Niente voto dei lettori. V6 is coming...
LA VALUTAZIONE IN QUESTA RECENSIONE NON CORRISPONDE AI NOSTRI ATTUALI CRITERI DI VALUTAZIONE!!! LE NUOVE RECENSIONI VENGONO VALUTATE SECONDO QUESTI CRITERI DI VALUTAZIONE!!!
COMMENTI

  1. Enrico "talme98" TalmelliEnrico "talme98" Talmelli scrive:

    bella recensione! Però un sei glielo potevi dare…

SEGUICI SU
FacebookTwitterGoogle PlusYouTubeInstagramFeed RSSSteam
ULTIME NEWS

zlogo
V6 is coming...
V5.1 ©2010 - 2014
Link Utili
Ultime Top Recensioni