Z-Giochi.comZ-Giochi.com Mobile

Z-Giochi chiude i battenti. La Redazione continua il suo cammino all'interno delle pagine di Tom's Hardware.
Il Canale YouTube e la Pagina Facebook continueranno ad essere gestiti da DevilChry. Grazie di tutto, ci vediamo su Tom's!
Recensione
TESTATO SU X360
16 aprile 2013, 20:17
Injustice: Gods Among Us
Injustice: Gods Among Us mobile

Injustice: Gods Among Us – Recensione

Dopo il deludente Mortal Kombat vs. DC Universe, i ragazzi di NetherRealm Studios, capitanati dal mitico Ed Boon hanno deciso di sfruttare ancora una volta la licenza DC, questa volta abbandonando l’idea del crossover per creare un picchiaduro interamente dedicato ai celebri supereroi, sfruttando l’onda del successo ottenuta grazie al nono capitolo di Mortal Kombat, da cui deriva buona parte del gameplay. Noi siamo finalmente riusciti a mettere le mani sulla versione finale del titolo, di cui potete leggere tutto nella nostra recensione.

rece

UNIVERSI PARALLELI

“Posso affermare senza dubbio che ci sono infiniti universi. Alcuni sono identici al nostro… fatta eccezione per uno o due eventi”

Lex Luthor

La trama alla base del gioco è decisamente più curata rispetto alla media dei picchiaduro, infatti la stessa DC Comics è intervenuta direttamente nella sua realizzazione. Vedremo infatti che mentre eroi e villain stanno combattendo tra loro nella classica “routine quotidiana”, alcuni di essi verranno letteralmente risucchiati all’interno di un universo parallelo, in cui i ruoli dei vari personaggi sono completamente ribaltati. Infatti Superman, in seguito alla perdita di Lois (con tanto di prole in grembo) per mano di Joker, perde le staffe e si erige sopra tutti gli altri supereroi divenendo di fatto un dittatore. Ci ritroveremo quindi in un mondo alternativo in cui due fazioni lottano aspramente, ciascuna con le proprie buone ragioni per farlo, siano esse giuste o sbagliate.

La struttura base del gameplay è praticamente identica a quella vista in Mortal Kombat, ovvero un picchiaduro a incontri con gameplay bidimensionale. A differenza però del titolo di riferimento, Injustice ha un ritmo di gioco leggermente più lento e si apre a diversi tecnicismi come la ripresa rapida, premendo un tasto nel momento esatto in cui si cade al suolo, o la contromossa, sfruttando brevi intervalli di tempo. Anche la parata differisce da quanto visto in altri esponenti, infatti non vi è più un tasto dedicato, ma bisognerà indietreggiare o abbassarsi in base alla direzione del colpo da parare. La vera peculiarità del titolo risiede però nella presenza delle abilità speciali, demandate al tasto cerchio, che variano da personaggio a personaggio e rispecchiano perfettamente le caratteristiche di ognuno. Ad esempio con Green Arrow potremo scagliare frecce standard o elementali, con Nightwing potremo alternare l’utilizzo delle Escrima separate in due segmenti o unite in un’unica arma per formare un bastone e così via. Come in ogni buon picchiaduro che si rispetti non manca l’apposita barra per effettuare le mosse finali, tutte belle da guardare e semplici da realizzare (basterà la pressione contemporanea di entrambi i grilletti). Nel caso poi volessimo consumarne solo un segmento, potremo potenziare i singoli attacchi così come accade in titoli come Street Fighter o il già citato Mortal Kombat. Tale barra potrà essere poi consumata all’interno della modalità Wager, richiamabile una sola volta da ogni giocatore e solo ed esclusivamente quando ci si ritrova nella seconda barra d’energia (non vi sono infatti i classici round). In questa modalità ognuno dei due giocatori può decidere di “scommettere” da uno a quattro segmenti e, in caso di sconfitta, provocare ingenti danni all’avversario, in caso contrario quest’ultimo guadagnerà buona parte della salute. Il gioco sarà perfettamente fruibile con i vari joypad, ma nel caso voleste utilizzare un arcade stick o un fightpad, sappiate che gli sviluppatori hanno pensato anche a questo, infatti potrete attivare nel menu delle opzioni i “comandi alternativi”, i quali modificheranno il modo in cui attivare le mosse speciali introducendo le mezzelune e i quarti di luna proprio per migliorare la precisione. Per chi avesse voglia di impratichirsi poi con i vari personaggi, vi è la possibilità di mettere a schermo una o più combo in modo tale da tenere sempre sott’occhio e impararle senza dover continuamente passare per il menu (da notare poi la cura nei particolari, come la durata in frame delle varie mosse).

Protagoniste delle varie battaglie sono poi le arene, che offriranno tantissimi punti di interazione, sia che si tratti di oggetti da lanciare che veicoli o altro su cui scaraventare il nostro nemico. In base poi alla “stazza” del nostro personaggio, alcuni oggetti verranno utilizzati come punto di rimbalzo per cambiare rapidamente posizione ed evitare di essere chiusi nell’angolo (punto ottimale per eseguire juggle). Ogni arena sarà inoltre strutturata su più livelli, infatti ciascuna di esse permetterà tramite una piccola combinazione di tasti di trasferire lo scontro altrove grazie a splendide animazioni. I più appassionati dell’universo DC scorgeranno sicuramente più di un cameo all’interno dei campi di battaglia, vedremo infatti Martian Manhunter, lo Spaventapasseri o uno scontro tra Giganta e Atom Smasher nell’arena dedicata alla Hall of justice.

Attualmente il roster è caratterizzato da 12 eroi e 12 villain per un totale di 24 lottatori, ai quali se ne aggiungeranno 4 in dlc. Ognuno di essi è stato ben realizzato e le mosse rispecchiano esattamente tutte le loro caratteristiche principali. Purtroppo però il gioco presenta piccole imprecisioni per quanto riguarda il bilanciamento, che vede alcuni personaggi come Green Lantern o Superman leggermente al di sopra degli altri, complici anche dei bug che permettono combo particolarmente lunghe. Non disperate però, dal momento che errori del genere sono comuni e non tarderanno ad arrivare in tempi (speriamo) brevi Patch correttive. Comunque sia tali problemi non intaccano in alcun modo la godibilità del titolo.

GODS AMONG US

Il team di Boon ha dimostrato ancora una volta di essere bravo non solo nel realizzare un buon picchiaduro, ma anche il suo contorno, dal momento che è molto facile che un gioco del genere possa dopo un po’ annoiare il giocatore. Prima di tutto c’è la modalità Storia, che in maniera estremamente simile a MK alternerà piccoli filmati ai vari combattimenti, con l’aggiunta in alcuni momenti di piccoli quick time event (niente di invasivo, sia chiaro) che, se eseguiti correttamente, ci permetteranno di iniziare lo scontro con un piccolo vantaggio sull’avversario. Tale modalità richiederà circa 5 ore per essere portata a termine, anche se la sua effettiva durata potrebbe variare in base alla difficoltà selezionata (le difficoltà di gioco saranno cinque) e, ovviamente, alle abilità del giocatore. Oltre alla storia, disporremo di ben 20 (si, avete capito bene, VENTI) diverse modalità Arcade, ognuna delle quali presenta delle peculiarità, che vanno dall’affrontare solo eroi, villain o tutto il roster alla modalità sopravvivenza. Torna anche una vera e propria torre delle sfide, qui chiamata Laboratorio S.T.A.R., in cui saremo chiamati a mostrare le nostre abilità in circa 300 sfide, raccolte in piccoli gruppi dedicati a ciascuno dei vari personaggi. Ogni sfida permette al giocatore di ottenere da una a tre stelle, la prima riguarda il semplice completamento dell’obiettivo, le altre due invece richiedono di rispettare condizioni particolari, e vi assicuriamo che alcune di esse vi faranno innervosire parecchio. Saranno poi presenti le classiche modalità versus e addestramento (con tanto di tutorial che spiega nel dettaglio le varie meccaniche di gioco).

Per chi non fosse ancora soddisfatto, ci sarà la possibilità di sfidarsi con altri giocatori online, in diverse modalità come l’incontro classico (sia classificato che privato) o Re della Collina, in cui 8 giocatori parteciperanno ad una stanza cercando di spodestare il giocatore più forte. Molto carina è poi la possibilità di partecipare alla modalità training con un amico, il che rende la pratica decisamente più divertente e sotto diversi aspetti utle. Il matchmaking ci è sembrato piuttosto veloce mentre non possiamo lamentarci per quanto riguarda il netcode, anche se bisogna poi vedere come il gioco si comporterà una volta popolati per bene i server.

Non mancheranno infine gli sbloccabili, infatti man mano che giocheremo guadagneremo punti esperienza avanzando di livello, ottenendo ad ogni level up dei gettoni da spendere in Archivio, dove sbloccheremo artwork, costumi alternativi ed elementi per personalizzare la nostra tag da sfoggiare online.

Tecnicamente il gioco non è assolutamente brutto da vedere, complice sia l’utilizzo dell’Unreal Engine che la grande cura riposta nella realizzazione dei vari personaggi, che ci offre una versione diversa dal solito ma altrettanto bella. Durante gli scontri saranno inoltre presenti dei danni visibili sul corpo, come graffi e vestiti lacerati, niente di particolarmente esaltante ma è senza dubbio una gradita aggiunta. Molto belle anche le musiche ed il doppiaggio, che questa volta abbandona la pessima localizzazione in italiano vista in Mortal Kombat (maledetto Cage!) per un’ottima interpretazione di doppiatori americani (in diversi casi si tratta dei doppiatori originali) con sottotitoli nella nostra lingua.

[youtube]http://youtu.be/l27-3NJqpiA[/youtube]

IN CONCLUSIONE
Injustice: Gods Among Us riprende il gameplay di MK e lo modifica sotto diversi aspetti per andare a crare un ottimo picchiaduro su licenza, che ci permetterà di giocare in prima persona una storia estremamente simile a quelle dei fumetti e di ricreare le nostre battaglie dei sogni, Grazie infatti ad una modalità storia piuttosto longeva, alle tantissime attività messe a disposizione del giocatore e alle svariate tipologie di match online, il titolo è senza dubbio uno dei picchiauro più divertenti tra quelli visti di recente. Se siete fan degli eroi DC o avete amato l'ultimo titolo dei Netherrealm Studios questo è senza dubbio il titolo che fa per voi, nonostante alcune piccole pecche che speriamo vengano risolte al più presto dagli sviluppatori.
Pro-1
Tutti i giganti DC in un unico titolo
8.5
Contro-1
Tecnicamente migliorabile
Pro-2
Storia interessante
Contro-2
Piccole imperfezioni per quanto concerne il bilanciamento
Pro-3
Tanti contenuti sbloccabili che ne aumentano la longevità
Contro-3
Alcune lacune nel roster che speriamo vengano colmate con i DLC
PICCHIADURO TITANICO
COMMENTI