Z-Giochi.comZ-Giochi.com Mobile

Z-Giochi chiude i battenti. La Redazione continua il suo cammino all'interno delle pagine di Tom's Hardware.
Il Canale YouTube e la Pagina Facebook continueranno ad essere gestiti da DevilChry. Grazie di tutto, ci vediamo su Tom's!
Recensione
TESTATO SU PC
10 luglio 2015, 12:55
RONIN
RONIN mobile

RONIN – La dura vita del samurai decaduto

La figura del samurai da sempre è una di quelle in grado di esercitare un enorme fascino sui popoli di tutte le culture. Il guerriero invincibile mosso da uno strettissimo codice d’onore è stato protagonista di centinaia di storie differenti attraverso praticamente ogni tipo di media. Qualcuno, probabilmente i più attenti o curiosi verso la cultura asiatica, si sarà chiesto cosa succede quando un samurai infrange le regole del bushido. Perdendo la fiducia del padrone il guerriero perdeva l’onore e l’unico modo per recuperarlo era fare harakiri, aprendosi il ventre con una spada. (ai tempi non c’erano ancora i sindacati NdR). Naturalmente non tutti sprizzavano di gioia all’idea di segarsi in due, da questa rinuncia nascono i RONIN, ovvero i guerrieri decaduti e senza onore. Lontano dal bruttissimo esperimento Fantasy con Keanu Reeves, RONIN è il titolo d’esordio nel mondo dei videogame per  Tomasz Wacławek. Editato da Devolver Digital, impresa che sta diventato un vero proprio punto di riferimento del mondo indipendente. 

Vediamo insieme se il gioco di  Tomasz Wacławek è il titolo adatto per passare queste lunghe e caldissime notti estive.

Senza titolo-1

Gunpoint incontra Kill Bill 

Lanciata una nuova partita, RONIN non è certamente il titolo che si perda il lunghe e sofisticate digressioni sulla realtà umana e sullo spirito della vendetta. Avete cinque obiettivi da eliminare a tutti costi, a voi trovare il modo per farlo. La trama piuttosto semplice ricorda un po’ gli action degli anni 90′ dove un semplice pretesto era alla base di tutta la produzione e bastava per scatenare una serie apocalittica di eventi. Non mancheranno anche una serie di citazioni da alcuni dei film più famosi, chiunque abbia visto Kill Bill fin dai primi secondi non potrà non pensare alla povera Beatrix Kiddo e alla sua odissea di sangue.

Divise in missioni più o meno lunghe, il gameplay di RONIN vi chiederà di esplorare da cima a fondo gli stage bidimensionali, uccidere tutte le guardie, recuperare dei dati e possibilmente non farsi vedere dai civili, evitando cosi di doverli uccidere. Come il gioco stesso fa notare il sistema ricorda molto Gunpoint con un adeguato numero di modifiche da non far mai pensare ad un clone. Nonostante questo chiunque abbia giocato al titolo Suspicious Developments noterà quanto sia stato importate per lo sviluppo di RONIN. La prima sostanziale differenza è l’arma, al posto delle pistole avrete a disposizione un’affilata katana da utilizzare in modo creativo per fare stragi in ogni livello. Per affrontare i combattimenti avrete a disposizione un particolare sistema a turni. Il tempo in RONIN scorre normalmente, per tutta la fase esplorativa, ma nel momento in cui verrete individuati o sarete in procinto di eliminare qualcuno, questo andrà automaticamente in pausa dandovi la possibilità di programmare le giuste azioni. I vostri avversari al contrario di voi, sovente saranno armanti con pistole i cui mirini indicheranno sempre dove stanno sparando. Attraverso il mouse o pad potrete compiere salti per concatenare combo avvicinandovi ai vostri obiettivi ed eliminarli quando sarete a portata. Tale azione non sarà sempre cosi semplice, dovrete trovare il giusto momento per eseguire l’attacco, visto che alla povera protagonista basterà un singolo colpo per essere abbattuta. Resta evidente come sia fondamentale pianificare adeguatamente le mosse prima di agire. Se la prima impressione fa pensare ad un gioco stealth, dopo poco sarà evidente quanto il sistema di combattimento dia il meglio di se nelle situazioni più caotiche e dirette. Complessivamente RONIN è un gioco in grado di generare la giusta adrenalina, il sistema a turni è abbastanza semplice da imparare e lascia gli scontri liberi di essere affrontati in più modi differenti. Completando le missioni avrete sempre a disposizione dei punti da spendere all’interno di un semplice skill tree che darà accesso ad alcuni potenziamenti offensivi e difensivi. Il combo system è abbastanza semplice e permette una buona varietà di azioni spettacolari da concatenare in lunghe sequenze.

Screen_Shot_2015-01-23_at_8.47.13_PM.0

Sempre in allerta

Ronin è un gioco solido ma, non perfetto e questo lo si vede dopo qualche missione. Il basso budget e il team eccessivamente ridotto, mostrano i limiti e una carenza di idee. Il level design si dimostra  anonimo senza mai nessun picco realmente originale. Lo stesso vale per i nemici che sono sempre più o meno gli stessi, ma via via saranno sempre più numerosi all’interno di spazzi sempre più angusti. Il livello di sfida è ben calibrato e fin dai primi minuti sarà importante prestare la giusta attenzione alla mappa e pianificare le azioni senza eccessiva irruenza. Nel caso di fallimento il comodo sistema di checkpoint vi porterà indietro di qualche minuto, permettendovi di riprovare senza eccessiva frustrazione. Sfortunatamente non abbiamo trovato grandi motivi per fare una seconda run una volta portato a termine. La longevità si attesta intorno alle sei ore, tempo adeguato perchè non sopraggiunga mai la noia. 

Graficamente il gioco è molto semplice ma, allo stesso tempo apprezzabile. Lo stile evidentemente ispirato a Mark of the Ninja farà felici molti giocatori anche se anche sotto questo punto il creatore poteva tentare qualcosa di più unico e originale. Le animazioni sono ben realizzate e si mescolano bene per creare un adeguato spettacolo visivo. Le musiche sono piacevoli ma troppo ripetute. Naturalmente per essere un progetto a basso budget il loro livello è più che adeguato.

[youtube]52kn1_TB-C0[/youtube]

IN CONCLUSIONE
RONIN è un gioco piccolo ma divertente in grado di farvi trascorrere piacevolmente qualche afosa notte estiva. Sotto ogni aspetto si può notare l'amore e l'impegno messo dal creatore Tomasz Wacławek per realizzarlo al meglio. Allo stesso tempo i difetti sono quelli che affliggono quasi tutte le produzioni dove i team sono troppo piccoli. Complessivamente ci siamo trovati di fronte ad un'esperienza che vale la pena di provare, nella speranza che arrivi un seguito che sistemi tutte le magagne.
Pro-1
Sistema di combattimento interessante
7.5
Contro-1
Manca un po' di originalità
Pro-2
Gameplay adrenalinico
Contro-2
Nemici ripetuti
Pro-3
Buon livello di sfida
Contro-3
Level Design un po' piatto
Piccolo ma interessante
COMMENTI