Z-Giochi.comZ-Giochi.com Mobile

Z-Giochi chiude i battenti. La Redazione continua il suo cammino all'interno delle pagine di Tom's Hardware.
Il Canale YouTube e la Pagina Facebook continueranno ad essere gestiti da DevilChry. Grazie di tutto, ci vediamo su Tom's!
Recensione
TESTATO SU WII U
8 luglio 2015, 10:18
Yoshi’s Woolly World
Yoshi’s Woolly World mobile

Yoshi’s Woolly World – Una matassa di lana da sbrogliare

Lo scorso anno, durante l’E3 2014, Nintendo ha deliziato gli utenti di Wii U mostrando una vasta gamma di titoli che sarebbero stati disponibili sia nel corso del 2014 che durante questo 2015. Tra questi quello che ha proposto un qualcosa di già visto in passato è stato Yoshi’s Woolly World, infatti fin dal suo trailer di annuncio la mente di tutti è volata all’era Wii e più precisamente ad un episodio della serie con protagonista l’altra mascotte “pucciosa” della grande N, ovvero Kirby e La Stoffa dell’Eroe.

Il concept di gioco, infatti, è molto simile e vede come assoluta protagonista la lana e tutto ciò che abbiamo imparato ad apprezzare nei capitoli precedenti della serie con protagonista lo storico compagno di Mario.

Senza titolo-1

Un morbido mondo fatto di lana che non nasconde qualche nodo

Come sempre siamo sull’Isola degli Yoshi dove la vita sta scorrendo in maniera molto tranquilla e pacifica fino a quando, come sempre, il malvagio Kamek non decide di rompere l’equilibrio in cui stanno vivendo i simpatici animaletti di lana e trasformarli tutti in vere e proprie matasse, andando a disperderle lungo tutto “l’universo” di gioco che sarà diviso in cinque mondi da otto livelli ognuno. Il compito del solo sopravvissuto sarà quello di attraversarli tutti e salvare i propri compagni e, come sempre, sventare questa nuova minaccia. 

La trama, si rivela essere molto semplice e solo un pretesto per permetterci di fiondarci all’interno dell’azione di gioco che parte fin da subito con un ritmo molto blando e tutto contornato da un’incredibile atmosfera rilassante che in alcuni livelli, tipicamente un paio per ogni mondo, saprà cambiare leggermente mettendoci alla prova in molti punti. Yoshi’s Woolly World prende praticamente a piene mani quanto già è possibile fare da sempre ma apporta alcune sostanziali modifiche. 

Prima di tutto c’è da sottolineare la completa assenza di un “Baby Mario” da dover accudire e difendere dalle minacce esterne. Questo punto permette quindi di concentrarci maggiormente solo sulle singole azioni che dobbiamo compiere per cercare di portare a compimento il livello e raccogliere tutto ciò che abbiamo di fronte e scovare ogni singolo passaggio segreto e anfratto posizionato all’interno di esso. Per fare ciò avremo a disposizione i gomitoli di lana, che sostituiscono le tradizionali uova, che possono essere raccolti come sempre ingurgitando nemici, raccogliendoli da appositi box o dissolvendo dei finti muri che avranno al di sopra di essi un nodo da slacciare e che ci permetteranno di ottenere un gomitolo di maggiore grandezza. Questi gomitoli fungeranno da arma per abbattere i nemici o ingabbiare momentaneamente quelli più forti o grandi, creare dal nulla delle vere e proprie piattaforme o addirittura tubi nei quali entrare o, come sempre nei capitoli con presente Yoshi, utilizzarli per scovare le nuvole segrete e successivamente attivarle e ottenere diversi bonus come i fiori e le matasse di lana, rispettivamente cinque per ogni livello.

La conformazione dei livelli è stata ben costruita da parte degli sviluppatori ma purtroppo c’è da dire che si denotano fin troppi cali di qualità, dunque è molto facile ritrovarsi in un’alternanza abbastanza fastidiosa di uno stage fin troppo semplice, uno equilibrato mentre il terzo potrebbe addirittura risultare fin troppo complesso. A questo c’è da aggiungere che è stata inserita la modalità Relax che va addirittura a semplificare maggiormente il gioco e le spille del potere che possono essere acquistate prima di ogni livello in cambio delle gemme raccolte in quelli precedenti ottenendo bonus quali: saltare completamente il livellobonus di gemme, maggiore quantitativo di energia e molto altro ancora. Se si è in cerca di un livello di sfida leggermente più alto, naturalmente c’è la possibilità di rigiocare ogni singolo livello fino a scovare ogni singolo segreto e raccogliendo tutti i collezionabili presenti che, ad esempio, potrebbero garantirci un numero maggiore di timbri che potranno essere utilizzati all’interno del Miiverse. Inoltre, ogni stage è dotato anche della possibilità di intraprendere dei minigiochi sia all’interno di essi, con Yoshi che cambia aspetto prendendo le sembianze di un aereo, ombrello, sirena e altro, oppure alla fine solo se si riesce ad ottenere un fiore passando il traguardo di fine livello. Questo, invece, consiste nella raccolta di più frutta possibile entro la fine del tempo messo a disposizione. Il punteggio ottenuto sarà poi convertito in gemme che si accumuleranno a quelle già raccolte in precedenza.

jIO.1280x720

Ci vuole coraggio per osare

Altro aspetto che purtroppo ha deluso parecchio durante l’esperienza di gioco sono le boss fight a fine di ogni mondo. A parte qualche eccezione, come ad esempio lo scontro finale, le altre filano via lisce molto facilmente e senza particolari intoppi e questo potrebbe davvero far storcere il naso a chi sta cercando un’esperienza di gioco con un platform capace di mettere alla prova i propri riflessi e abilità. Infatti, anche la possibilità di utilizzare all’infinito il “doppio salto” garantendoci un “salvagente” praticamente infallibile abbassa di gran lunga il livello di tensione in quelle fasi di gioco in cui la caduta verso il fondo potrebbe equivalere a dover ricominciare tutto da capo o dall’ultimo checkpoint.

Yoshi’s Woolly World è completamente compatibile con gli Amiibo, le particolari statuine interattive che ritraggono i personaggi più importanti dei franchise della grande N che, una volta collegati sul GamePad di Wii U ci permetteranno di sbloccare i costumi per Yoshi relativi all’Amiibo. Infatti, sarà possibile ottenere Yoshi LinkYoshi AbitanteYoshi Samus, Yoshi Mario e così via. Il tutto in chiave lana come tutto l’aspetto grafico del gioco. Ogni nemico, tutte le skin e gli elementi a schermo dei livelli sono stati realizzati completamente in lana e con ricchi colori, i quali spiccano in modo incredibile in termini di qualità anche se, purtroppo, in alcuni casi abbiamo riscontrato dei sostanziali cali di frame rate, soprattutto nel passaggio da un’inquadratura vuota ad una che presenta parecchi nemici o addirittura nell’uscita da un livello.

Il comparto sonoro, invece, è ricco di brani molto semplici e di accompagnamento al nostro viaggio verso la fine dell’avventura narrata in Yoshi’s Woolly World. Alcune delle tracce, inoltre, potrebbero sembrare completamente prese da Kirby e la Stoffa dell’Eroe mentre altri sono brani classici del franchise con protagonista Yoshi che sono stati completamente arrangiati per questa nuova avventura.

[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=s4pH7Eik7B4[/youtube]

IN CONCLUSIONE
Yoshi's Woolly World prosegue quanto di buono è stato fatto con Kirby e la Stoffa dell'Eroe. Chiaramente non stiamo parlando di un gioco candidato ad aggiudicarsi il premio "Game of the Year" o platform dell'anno, ma è un prodotto che nella sua semplicità può donare qualche ora di buon intrattenimento. Purtroppo le pecche ci sono e sono evidenti, la difficoltà non è proprio molto marcata, il level design a volte fa acqua e il doppio salto praticamente infinito si fanno sentire molto per tutte le circa 6 o 7 ore di gioco, a seconda della propria voglia di esplorazione, necessarie ad ultimare quest'esclusiva per Nintendo Wii U.
Pro-1
Graficamente molto gradevole
7
Contro-1
Qualche picco di difficoltà in più sarebbe stato gradito
Pro-2
Buon level design...
Contro-2
... Si perde però in diversi punti
Pro-3
Meccaniche collaudate e impreziosite dalla lana...
Contro-3
... Il doppio salto infinito è davvero sgradevole
Una matassa difficile da sbrogliare
COMMENTI