Z-Giochi.comZ-Giochi.com Mobile

Z-Giochi chiude i battenti. La Redazione continua il suo cammino all'interno delle pagine di Tom's Hardware.
Il Canale YouTube e la Pagina Facebook continueranno ad essere gestiti da DevilChry. Grazie di tutto, ci vediamo su Tom's!
Speciale
18 marzo 2015, 12:20

Grand Theft Auto Online – Hands up, honey! This is a heist!

Abbiamo aspettato più di un anno e mezzo – o sei mesi se giocate alla versione per console di ultima generazione – ma alla fine sono arrivati i Colpi, una delle feature più attese dai giocatori e in grado di far vacillare l’infrastruttura dei server di Rockstar a causa della mole di giocatori che hanno ripreso in mano il controller e rispolverato il loro alter-ego virtuale e anche in grado di causare qualche insolito inconveniente. In questo speciale ripercorreremo in breve la storia di Grand Theft Auto Online, fino al recente arrivo dell’ultimo update che ha appunto aggiunto i tanto agognati Colpi.

gta

Si ha una sola occasione, a meno che non si creda nella teoria del multiverso o robe simili

Era il 17 settembre del 2013 quando in 24 ore Grand Theft Auto V infranse ogni record di vendita precedente, imponendosi, e continuando ancora oggi, nella classifiche dei titoli più venduti, e fu un successo meritato. All’incirca un mese dopo arrivò la modalità online, che, per sottolineare la sua differenziazione dal gioco in giocatore singolo, ottenne un nome e logo differente, GTA Online. Le prime settimane furono davvero caotiche, a causa di server assolutamente non in grado di reggere le centinaia di migliaia di giocatori che decisero di provare tale modalità. Anche se le attività offerte non erano tantissime, nelle settimane e mesi successivi la situazione è andata man mano migliorando e il supporto continuo non è mancato. Tra DLC gratuiti che offrivano nuove armi, veicoli, vestiti e attività, assieme a periodi a tema con le feste in corso – chi non ricorda Los Santos innevata durante i periodi natalizi? – fino all’arrivo del Content Creator, che permette ai giocatori stessi di creare nuove attività come gare e deathmatch, con grandissima libertà, probabilmente uno degli update più importanti, Rockstar Games è riuscita a tenere viva l’attenzione in attesa fino al 10 marzo del 2015, giorno in cui hanno finalmente è stata introdotta una nuova modalità cooperativa che, come nel single player, ci permette di affrontare delle rapine e non solo.

La carne messa al fuoco non è poca e ognuno dei cinque colpi disponibili ha la sua personale cutscene di presentazione prima dei preparativi e del colpo vero e proprio e non mancherà inoltre la presenza di personaggi già noti, provenienti proprio dal single player, che danno una continuità alle due modalità di gioco. La cura di Rockstar è come sempre maniacale anche nei dettagli, che si rivelano fondamentali per rendere l’intera esperienza credibile. Innanzitutto ogni colpo presenta una fase iniziale in cui dobbiamo completare dei preparativi, che pur non essendo molto più complessi delle missioni già viste nell’online, risultano invece maggiormente elaborati e in grado di sfruttare le zone della mappa più snobbate e aggiungendone perfino di nuove – una portaerei all’ancora nel porto di Los Santos è un bel vedere – e ogni volta potremo provare tantissimi nuovi veicoli, disponibili solo una volta che si è completato il colpo, in grado di rimpinguare notevolmente il già grande parco auto, aerei e barche, oltre al ritorno di qualche classico come l’Hydra, il caccia a decollo verticale di San Andreas. La particolarità delle nuove missioni preparatorie è la suddivisione della squadra, quasi mai infatti saremo chiamati a restare assieme, ma dovremo invece dividerci in due piccoli gruppi composti da due giocatori per completare contemporaneamente due obbiettivi differenti e che quindi possono essere rigiocate da due punti di vista. Una volta completato tutta la parte preparatoria è disponibile il colpo vero e proprio, dove useremo l’equipaggiamento ottenuto in precedenza. La forte nota positiva e che siamo di fronte ad un aggiornamento così corposo che molte altre software house l’avrebbero venduto a prezzo pieno. I colpi sono divertenti e ben studiati. L’host della partita infatti oltre a scegliere la suddivisione del bottino, dato che lui dovrà pagare per attivare i colpi avrà anche il compito di comporre la squadra, come già visto nel single player, di quattro provetti o sbandati criminali, decidendo il ruolo di ognuno di essi. Chi sarà il pilota, chi si muoverà a terra, chi avrà il ruolo di supporto e così via, ma grazie a tutta la serie di nuovi veicoli, armi e gadget, nessun ruolo è più noioso di un altro. Il problema principale sta nel fatto che ancora non sia disponibile, specialmente in lobby, una chat testuale, ma solo vocale, per potersi preparare al meglio. Inoltre, nonostante ogni giocatore abbia spiegazioni dettagliate su come agire, per qualche oscuro motivo, la community di GTA Online, ha dei grossi problemi nello svolgere compiti basilari, ed è capitato fin troppe volte per essersi trattato di un caso. Purtroppo i problemi del matchmaking esistono ancora e spesso non si riesce ad invitare in lobby i propri amici e compagni di crew e ciò ci costringe ad affidarci a perfetti sconosciuti in grado di rovinare la partita. Infatti, il sottoscritto, continua a chiedersi come mai con l’update dei colpi non sia stata introdotta la possibilità di tornare in lobby coi giocatori in partita ed espellere solamente il troll o l’inetto di turno, senza dover necessariamente tornare al freeroam, aprire una nuova lobby ed attendere tempi titanici per veder entrare qualcuno.

In ogni caso Rockstar, salvo gli onnipresenti problemi di rete insiti nell’infrastruttura dei server, ha mantenuto le premesse, anche se veramente dopo tanto tempo. I colpi hanno davvero introdotto qualcosa di nuovo e sono divertenti da giocare con gli amici, specialmente se si ha a disposizione un microfono; sono in discreto numero e non ripetitivi, dalla durata un po’ breve se giocati col giusto team, ma rigiocabilissimi e presentati con una gradevole trama di fondo, in grado di consentire lo sblocco di nuovi veicoli veramente interessanti, ottimi per fare un po’ di scorribande per San Andreas. E tutto questo gratuitamente, anche se in realtà, fin dal suo primo lancio, i colpi erano stati presentati come parte integrante di GTA Online, ma a caval donato non si guarda in bocca, specialmente per via del grande e continuo supporto da parte dei creatori. Ora cara Rockstar è l’ora di un bel DLC per la modalità singola!

[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=ApQO-2hQZi0[/youtube]

COMMENTI