Z-Giochi.comZ-Giochi.com Mobile

Anteprima
TESTATO SU PC
14 giugno 2014, 9:00
Orcs Must Die! Unchained
Orcs Must Die! Unchained mobile

Orcs Must Die! Unchained

Dopo aver sfornato due ottimi titoli, i ragazzi di Robot Entertainment hanno deciso di dare una svolta alla serie di Orcs Must Die!, abbandonando il single-player per un multiplayer che attinge da vari generi, quali i moba e i card games. Noi, grazie ad un codice fornito dagli sviluppatori, abbiamo avuto modo di provare il gioco nella sua fase alpha, che permette di giocare il titolo nonostante svariate funzionalità siano bloccate. Proseguite con la lettura se volete saperne qualcosa in più.

GLI ORCHETTI DEVONO MORIRE… ONLINE!

Prima di parlare del gioco vero e proprio, ci teniamo a precisare, per i più timorosi, che le meccaniche che hanno caratterizzato i primi due capitoli della serie non sono state praticamente alterate. Come al solito potremo infatti piazzare trappole (non ovunque e, soprattutto, in un numero limitato) ed ammazzare orchetti, con l’unica differenza che, questa volta, la mappa di gioco ha una struttura tipica dei moba, anche se qui avremo ben quattro diverse lane, due permetteranno agli avversari di entrare nella nostra base, le altre due permetteranno ai nostri di attaccare. Per ottenere la vittoria bisognerà consentire a circa 20 minion di entrare all’interno del portale nemico. A differenza però di un classico moba, i minion non vengono spawnati in automatico, bensì saranno i giocatori che attraverso due portali potranno generare diverse tipologie di orchetti e mostri di vario genere, quasi tutti già visti in passato sia in qualità di alleati che di avversari. Non mancheranno poi le “monete” di gioco, divise in due tipologie, le prime permetteranno di piazzare trappole, le altre di potenziare i portali e generare minion di livello maggiore, in modo tale da mettere in seria difficoltà i nostri avversari.

Come accennavamo poco sopra, grande importanza hanno le carte. Queste infatti, divise in svariate tipologie, potranno essere organizzate in deck personalizzati. Grazie alle carte decideremo quali trappole equipaggiare, quali minion mettere in gioco e quali armi secondarie utilizzare. Non è chiaro purtroppo come funzionerà lo sblocco di nuove carte nel nostro mazzo, anche se trattandosi di un free to play non dovrebbe essere difficile immaginarlo. Ovviamente, ci saranno numerosi eroi tra cui scegliere ad inizio partita. Ognuno di essi è caratterizzato da un’arma primaria e poteri unici, così come da svariati pro e contro. L’unico dubbio circa il roster riguarda la possibilità di utilizzare lo stesso personaggio da parte di più giocatori, il che potrebbe andare a minare gli equilibri di gioco. Siamo comunque in una fase preliminare dello sviluppo, non ci sentiamo quindi di azzardare giudizi sul bilanciamento del titolo.

Per quanto riguarda le modalità, oltre ad un tutorial decisamente esaustivo che ci permetterà di comprendere senza troppi problemi il funzionamento del titolo, potremo giocare dei match 5 vs 5 amichevoli sia online che contro i bot, mentre i match classificati e la modalità cooperativa sono ancora bloccate. Il nostro provato è stato fatto principalmente contro i bot, poiché al momento risulta piuttosto difficile reperire altri giocatori online. Nonostante ciò possiamo comunque ritenerci assolutamente soddisfatti da questa prova. Una piccola nota va fatta al comparto tecnico, al solito non spaccamascella ma decisamente efficace grazie alle scelte cromatiche e allo stile fumettoso e violento allo stesso tempo, tipico della serie. Sebbene poi si tratti di una versione alpha, i bug incontrati sono stati davvero pochissimi (ci sono titoli tripla A che presentano una situazione ben più grave nella fase di rilascio ufficiale sul mercato), segno di una discreta capacità da parte degli sviluppatori.

Immagine anteprima YouTube
IN CONCLUSIONE
Orcs Must Die! Unchained, per quello che abbiamo potuto provare, ci è sembrato un titolo davvero divertente, grazie all'ottimo lavoro degli sviluppatori che sono riusciti ad adattare il titolo ad un genere diverso senza però stravolgerne le meccaniche. Resta da capire quanto incideranno sul gameplay le micro-transazioni e il sistema di acquisizione di nuove carte, così come va approfondito il bilanciamento tra i vari eroi. L'appuntamento è fissato quindi all'uscita delle versione finale o, perché no, a quello della beta.
COMMENTI