Z-Giochi.comZ-Giochi.com Mobile

Z-Giochi chiude i battenti. La Redazione continua il suo cammino all'interno delle pagine di Tom's Hardware.
Il Canale YouTube e la Pagina Facebook continueranno ad essere gestiti da DevilChry. Grazie di tutto, ci vediamo su Tom's!
Recensione
TESTATO SU MOBILE
23 aprile 2014, 12:00
Trials Frontier
Trials Frontier mobile

Trials Frontier – Recensione

Non poteva mancare, in un panorama videoludico sempre più in crescita sui dispositivi mobile, un titolo dedicato alla serie Trials. I ragazzi di RedLynx ci invitano con il loro Trials Frontier a salire di nuovo in sella alla moto per sfidare la forza di gravità e compiere acrobazie folli, promettendoci ore di divertimento. Saranno riusciti nel loro intento? Scopriamolo nella nostra recensione.

Trials Frontier Evidenza

IN SELLA

Trials Frontier si presenta come un titolo estremamente semplice, immediato e divertente da giocare: credeteci quando diciamo che è uno dei migliori titoli free to play (della sua categoria) in circolazione su Apple Store. La cosa che salta subito all’occhio una volta impugnato il vostro dispositivo mobile è che Trials Frontier ha da offrire una grandissima varietà di livelli, situazioni e motociclette che lo rendono un titolo decisamente longevo e potenzialmente infinito. Non dovremo però correre a casaccio, bensì dovremo vedercela con Buch e i suoi scagnozzi che fin dalle prime battute (non si sa bene per quale motivo) ci metterà i bastoni fra le ruote. Fortunatamente per noi, dopo aver subito un attacco da Buch, verremo soccorsi e curati dalla gente di una piccola cittadina nel bel mezzo del Canyon che non solo ci procurerà missioni aggiuntive, ma ci darà come ricompensa oro, pezzi meccanici, diamanti e frammenti di progetti per sbloccare potenziamenti e motociclette sempre più performanti.

Partiremo a bordo dell’Armadillo, una moto di medie prestazioni che fa della stabilità e robustezza la sua forza, mentre risulta (almeno inizialmente) poco agile per le acrobazie aeree. Successivamente sbloccheremo il modello Tango che è particolarmente agile e veloce, per poi passare alla Jackal più pragmatica e così via. Insomma, avremo a disposizione tanti diversi bolidi che andranno ad influenzare anche il gameplay e la modalità di approccio dei livelli. Questi sono stati disegnati magistralmente e ognuno dovrà essere affrontato con la giusta moto e il corretto tempismo, altrimenti ci ritroveremo spesso a saltare troppo corto o a schiantarci contro qualche ostacolo. Infatti la velocità non sempre aiuta, dato che alcuni percorsi dovranno essere affrontati con estrema calma. Dovremo inoltre bilanciare il peso del pilota grazie a specifici tasti a schermo: potremo volgerlo in avanti per evitare che la moto sbalzi indietro in salita, oppure potremo spostare tutto il peso indietro, facendo così impennare la moto. La precisione in questo senso è quindi d’obbligo e ogni errore, anche minimo, alle volte sarà punito. Tuttavia, Trials Frontier può essere affrontato in diversi modi. Infatti starà a noi scegliere se correre facendo acrobazie a più non posso, oppure gareggiare per il tempo e le medaglie (bronzo, argento e oro). Spesso però ci verrà chiesto da parte di alcuni abitanti del posto di compiere determinate acrobazie o di tagliare il traguardo prima dello scadere del tempo guadagnando la medaglia richiesta, o ancora di non cadere mai, in pratica si tratta di obiettivi secondari belli e buoni.

Ogni missione compiuta sbloccherà successive quest e, via via che avanzeremo di livello, verranno sbloccati anche nuovi personaggi e progetti meccanici. Quest’ultimi non sono premi al merito che ci verranno consegnati, bensì verranno posti su di una specie di “Ruota della Fortuna” tramite cui verranno sorteggiati casualmente i premi. Inutile dire che spesso dovremo ritentare e ritentare, o rigiocando il livello oppure spendendo due/tre preziosi diamanti per il “rewheel”. Le cose poi si complicano ulteriormente poiché, come già in molti altri titoli racing, i ragazzi di RedLynx hanno adottato il sistema di “spesa della benzina” per poter correre: un sistema che prevede l’utilizzo di specifiche tacche di benzina (nella fattispecie 5 o 7 per gara) per poter affrontare i livelli. Dobbiamo dire che la cosa ci ha fatto non poco storcere il naso, dato che le limitate 36 tacche si esauriranno molto velocemente, costringendoci o a spendere soldi veri per poter fare il refill, oppure attendere i minuti necessari a ricaricare poco a poco la benzina, obbligandoci ad abbandonare uno dei giochi più magnetici che abbiamo mai giocato su mobile. La cosa però è facilmente bypassabile grazie al solito trucchetto di modificare data e ora sul proprio dispositivo, consentendoci così ore illimitate di gioco. A livello grafico, Trials Frontier è un piccolo gioiellino, con fondi animati disegnati a pennello, così come anche i bolidi e i livelli che spaziano dalle calde sponde marine dai toni accesi e vivaci alle fredde montagne, con colori più tenui e neutri. Anche la colonna sonora, seppur piatta, svolge il suo lavoro accompagnandoci per tutta l’avventura, mentre i rombi dei motori sono ben campionati ma anonimi e praticamente uguali fra loro.

[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=vt_AX-Y6z6E[/youtube]

IN CONCLUSIONE
Trials Frontier è un titolo piacevolissimo da giocare e anche se presenta qualche scelta poco furba, come la spesa della benzina, è un gioco che consigliamo caldamente a tutti, non solo perché è gratis su Apple Store, ma anche perché ne vale davvero la pena, dimostrandosi come uno dei, se non il, miglior titolo free to play della sua categoria.
Pro-1
Gameplay ottimo
8
Contro-1
La spesa di benzina spezza eccessivamente l'esperienza di gioco
Pro-2
Longevo e magnetico
Pro-3
Free to play
TRIALS E MOBILE, CONNUBIO PERFETTO
COMMENTI