Z-Giochi.comZ-Giochi.com Mobile

Z-Giochi chiude i battenti. La Redazione continua il suo cammino all'interno delle pagine di Tom's Hardware.
Il Canale YouTube e la Pagina Facebook continueranno ad essere gestiti da DevilChry. Grazie di tutto, ci vediamo su Tom's!
Speciale
18 novembre 2014, 8:30

Cosa è successo al BlizzCon 2014

Annunciata e pubblicizzata in ogni dove recentemente si è tenuta la BlizzCon, la conferenza annuale in cui la casa di Irvine mostra al mondo tutte le sue novità. Per gli amanti dei giochi Blizzard i prossimi dodici mesi si prospettano davvero grandiosi e, se in questi giorni è arrivata la nuova espansione di World of Warcraft, nel 2015 possiamo aspettarci di giocare sia il MOBA Heroes of the Storm che la nuova IP Overwatch, mostrata in anteprima proprio qualche giorno fa. Lo sviluppatore californiano negli anni è diventato famoso per la qualità dei suoi giochi, ma anche per i loro tempi biblici di sviluppo, e l’annuncio di così tanta carne al fuoco non può che esaltare gran parte della utenza PC, principale sistema di riferimento. Naturalmente Blizzard ha parlato di tutto, delle carte di Hearthstone e del futuro film su World of Warcraft diretto da Duncan Jones, figlio di David Bowie e regista dell’ottimo Moon e il carino Source Code. Dopo aver seguito con attenzione i due giorni di conferenze abbiamo preparato un riassunto di quelle che secondo noi sono state le rivelazioni più importanti. Vediamo insieme cosa hanno mostrato.

blizzcon-2014-logo

A TUTTA BLIZZARD

Iniziamo dandovi un breve recap di tutto quello di cui si è parlato e di cui parleremo in maniera più approfondita sotto:

  • Per la prima volta è stato mostrato Overwatch, una nuova IP che lascia pensare a un incrocio tra Team Fortress 2 e Mirror’s Edge;
  • Tante nuove informazioni sul film di World of Warcraft, ma nessun trailer è online;
  • Heroes of the Storm entrerà in fase closed beta il 13 gennaio 2015;
  • A dicembre uscirà l’espansione per Hearthstone, Goblins and Gnomes;
  • Annunciato Starcraft 2: Legacy of the Void. La nuova espansione conterrà modalità del tutto inedite tra cui una apposta per i tornei;
  • Per aiutare la Croce Rossa che opera in zone colpite dall’ebola, Blizzard il 3 dicembre lancerà una raccolta fondi (tutte le informazioni le trovate qui).
World of Warcraft

In molti tra i presenti in sala si aspettavano notizie riguardo il film su World of Warcraft e sicuramente sono stati accontentati, un po’ a sorpresa è stato mostrato un teaser (esclusiva per chi ha pagato il biglietto e non sarà messo online). Stando a quanto annunciato, il lungometraggio sarà equamente diviso tra Orda e Alleanza, il regista ha dichiarato di aver modificato lo script iniziale di Sam Raimi, considerandolo troppo classico; gli scrittori hanno lavorato per non creare la solita storia fantasy dove gli umani sono i buoni e gli orchi i cattivi. Bill Westenhofer della ILM (Industrial Light & Magic, una divisione di LucasArts esperta in effetti speciali) ha raccontato di essere molto soddisfatto del risultato grafico raggiunto, in particolare del Motion Capture sul set tecnica rara utilizzato in pochi film tra cui Apes Revolution: Il Pianeta delle Scimmie. Durante le riprese, attori in carne ed ossa venivano trasformati in creature digitali per farli interagire con i personaggi esistenti solo in forma virtuale. Il regista Duncan Jones ha poi dichiarato che dal punto di vista visivo dobbiamo aspettarci qualcosa a metà tra Avatar e Il Signore degli Anelli. Una piccola curiosità; l’unico personaggio che non è stato trasformato in CGI è l’orchessa interpretata da Paula Patton, vedendo la bellezza dell’attrice capiamo il motivo.

La conferenza è proseguita parlando di Warlord of Draenor e di tutti i cambiamenti che porterà. Sono state raccontate alcune curiosità, come l’idea di usare lo stile visivo di Sin City per realizzare l’espansione. Da qualche giorno è inoltre presente su YouTube World of Warcraft: Looking for Group Documentary, un filmato di un’oretta che racconta i dieci anni del MMORPG più famoso della storia. Potete trovare il filmato qui, oppure in fondo a questa pagina.

Overwatch

La vera sorpresa della conferenza è stata Overwatch, gioco che esce dai classici schemi Blizzard per buttarsi in uno dei campi più competitivi e affollati del mercato. Il nuovo FPS utilizzerà una tecnologia nuova e almeno inizialmente sarà disponibile solamente per PC. Avrà una storia che probabilmente ruoterà attorno a Tracer, il primo personaggio che potete ammirare nel lungo trailer. Viste le evidenti somiglianze con Team Fortress 2, i creatori hanno chiarito che Overwatch sarà molto diverso dal gioco Valve. Se nel primo il numero di classi è limitato ma è presente un altissimo numero di armi modificabili, il gioco Blizzard sarà più concentrato sui personaggi, ognuno con abilità specifiche. I creatori hanno annunciato che nel loro gioco si morirà di meno rispetto agli altri FPS presenti sul mercato, inoltre i protagonisti avranno un’altissima mobilità, alcuni potranno volare, altri usare rampini. Overwatch proporrà scontri tra due squadre formate da 6 giocatori, si presuppone un ritmo molto veloce e un gameplay fortemente team based, inizialmente saranno presenti 12 eroi, numero che aumenterà in futuro. Infine, gli sviluppatori hanno annunciato che sarà giocabile “sooner than you think” (prima che possiate immaginare). Sfortunatamente non è ancora stato rivelato il prezzo o quale modello di business utilizzerà.

Hearthstone

L’espansione Goblins and Gnomes verrà lanciata durante il mese di dicembre 2014, conterrà 120 carte inedite e una modalità spettatore, grazie alla quale gli amici potranno assistere agli scontri. Hearthstone conterrà una nuova plancia su cui combattere, potete vederla in anteprima qui. Su YouTube è presente anche un nuovo trailer per Goblin and Gnomes, inotre se volete iniziare a vedere la nuove carte potete trovarle tutte qui.

Heroes of the Storm

Come abbiamo detto in apertura, a inizio del nuovo anno il gioco entrerà in fase Closed Beta, preceduta probabilmente da un allargamento del bacino di giocatori che potranno testarlo (controllate la mail, non si sa mai che accettino la vostra richiesta). Durante la conferenza è stata annunciata la Draft mode, simile alla Ranked di Dota 2: le due squadre sceglieranno un eroe alla volta aumentando così la strategia e l’importanza del pick e counter pick, non sarà possibile per due giocatori usare lo stesso eroe e non ci saranno ban alla selezione. Sarà introdotta la Ranked sbloccabile raggiungendo come account il livello 30, i giocatori avranno un punteggio differente a seconda se giocheranno da soli o in gruppo, successivamente arriveranno anche le Season e numerosi tornei. Blizzard ha ribadito come i battleground avranno un ruolo fondamentale nell’economia degli scontri e ognuno presenterà meccaniche differenti.

Sono state annunciate due arene completamente inedite: lo Sky Temple e Tomb of the Spider Queen, il primo seguirà uno stile egiziano mentre il secondo sarà molto più oscuro e spaventoso. Arriveranno anche tre nuovi personaggi dalla serie di Diablo: The Butcher, lo Skeleton King e il crociato, insieme a loro sono previste mount e skin a tema. I creatori hanno promesso di trattare con estrema severità i leavers abitudinari, rilegandoli in partite piene di giocatori che tengono lo stesso comportamento. Blizzard ci tiene a differenziare Heroes of the Storm dalla concorrenza e in particolare da Dota 2 con cui condivide le origini, le missioni e il PvE avranno un ruolo maggiore nell’economia dello scontro, ma non passerà mai di importanza il PvP. Il gioco è stato sviluppato dallo stesso team di StarCraft 2, ma a differenza di quest’ultimo non contiene una modalità campagna da completare in single-player.

Diablo III

Diablo III si espande ancora con nuove aree, nuovi  nemici e tante nuove sfide che terranno i giocatori impegnati molto a lungo. I giocatori potranno esplorare Le rovine di Sescheron, la capitale barbara che si intravede durante l’intro di Diablo II: Lord of Destruction. La città è stata completamente distrutta e ripopolata da nemici inediti come il rat King e altri abomini, i nuovi abitanti si sono prodigati nelle costruzioni di numerose trappole che ostacoleranno il nostro cammino. Successivamente, si è discusso su quanto sia cambiato il gioco e quali siano stati gli eventi principali della sua evoluzione passando dalla action house troppo invasiva al loot 2.0.

Nuovi contatti ufficiali

Concludiamo lasciandovi tutti i nuovi contatti ufficiali da utilizzare per seguire i nuovi giochi, oltre che ovviamente il nostro sito.

[youtube]xyPzTywUBsQ[/youtube]

COMMENTI